Xpand 3D

Il Politeama Dianese proietta in 3D con l’innovativo sistema attivo XpanD:

logo

www.xpandcinema.com

Nel sistema XpanD 3D le immagini sono proiettate alternativamente per i due occhi senza scomposizione cromatica, attraverso l’utilizzo di occhiali “attivi”: la caratteristica principale risiede nelle lenti: sono formate da due schermi LCD trasparenti, che alternativamente oscurano prima un occhio e poi l’altro, filtrando quindi le immagini proiettate e ricreando l’effetto della tridimensionalità. Questi occhiali, che hanno una circuiteria attiva interna alimentata a batteria, sono predisposti per aprirsi e chiudersi in sincronia perfetta con la proiezione delle immagini – per l’occhio destro e per il sinistro – attraverso un segnale a raggi infrarossi inviato dal proiettore sullo schermo e da questo riflesso verso gli occhiali dello spettatore.

La classica tecnologia “passiva” separa invece le due immagini in base al colore, non usa i due filtri tradizionali – il blu per l’occhio destro e il rosso per il sinistro – ma attualmente un sistema di filtri più sofisticato, in grado di far passare tutti e tre i colori primari in maniera leggermente differente per entrambi gli occhi.

I commenti sono disattivati